La Turchia per rinascere, calcisticamente parlando. Ci sono tre calciatori italiani che hanno scelto la Süper Lig per rilanciarsi e ritrovare se stessi, lontani dalle pressioni (e dalle critiche) del Belpaese: stiamo parlando di Mario Balotelli, ma anche di Stefano Okaka e Andrea Bertolacci, che dopo anni difficili in serie A ora vivono un momento d’oro della propria carriera…



Che fine hanno fatto?

  • ANDREA BERTOLACCI (FATIH KARAGUMRUK)
    Dopo anni difficili al Milan, Bertolacci aveva provato a rilanciarsi prima con la maglia del Genoa, la squadra con cui si era imposto nel grande calcio, poi con quella della Samp, suscitando le ire dei tifosi del Grifone: nulla da fare, il centrocampista romano sembrava avvicinarsi verso il tramonto calcistico. Poi, nel dicembre 2020, la svolta: Bertolacci accetta di rimettersi in gioco in Turchia con la maglia del Fatih Karagümrük allenato dall’italiano Francesco Farioli che dall’Italia pesca anche i vari Viviano, Biglia, Borini, Zukanovic e Karamoh. Dopo qualche mese di ambientamento a Istanbul, Bertolacci è oggi la stella indiscussa della squadra, come dimostrano i suoi 7 gol in 8 presenze di campionato, che ne fanno l’attuale capocannoniere insieme al connazionale Okaka e al greco Bakasetas.

  • STEFANO OKAKA (BASAKSEHIR)
    Anche Stefano Okaka, come dicevamo, guida la classifica cannonieri della Süper Lig: l’ex attaccante dell’Udinese ha segnato 7 reti in 9 presenze con la maglia dell’Istanbul Başakşehir, dove gioca anche il brasiliano Leo Duarte, vecchia conoscenza dei tifosi milanisti. Okaka, dopo le esperienze all’estero con le maglie di Anderlecht e Watford, era rientrato in Italia con la maglia dell’Udinese dove però, in tre stagione, non ha trovato la continuità sperata. Così ecco una nuova esperienza, questa volta in Turchia.

  • MARIO BALOTELLI (ADANA DEMIRSPOR)
    Chiudiamo con Mario Balotelli, che dopo un inizio complicato anche in Turchia si è ritrovato grazie anche all’arrivo di Vincenzo Montella sulla panchina del club: Supermario, 5 gol nelle prime 10 partite di campionato, all’Adana ha ritrovato vecchie conoscenze della serie A come El Pata Castro, l’islandese Bjarnason e soprattutto Gökhan Inler, che ha già vinto due volte la Süper Lig con le maglie di Besiktas e Istanbul Basaksehir. Dopo le esperienze negative al Brescia e al Monza, Supermario cerca l’ennesima occasione di riscatto in Turchia: sarà la volta buona?