Ora anche in Francia sono tutti pazzi di Theo Hernandez. L’ex terzino del Real Madrid, ormai alla terza stagione da titolare fisso in rossonero, ha superato lo scetticismo iniziale di Didier Deschamps ed è rientrato nel giro della Nazionale francese, da cui era costantemente escluso dal 2017. A settembre, invece, la svolta: Theo è stato convocato per la sfida valida per le qualificazioni mondiali contro la Finlandia, quindi ha giocato una grande Nations League (segnando in semifinale contro il Belgio e alzando al cielo il trofeo proprio a San Siro) e si è reso protagonista di un’altra grande prestazione nella gara di qualificazione mondiale contro il Kazakistan…



“Un giocatore perfetto per noi”

La crescita esponenziale di Theo Hernandez è sotto gli occhi di tutti. Il terzino francese ha sorpreso tutti, al suo arrivo al Milan, per le doti offensive, ma dopo 2 anni e mezzo a Milanello sta migliorando anche in fase difensiva. Se n’è accorto anche Deschamps che, per la prima volta, fa autocritica sulla prolungata esclusione dell’ex talento del Real Madrid:

E’ vero, Theo sarebbe potuto venire prima a giocare con noi per le qualità che ha perché si sposa bene con il nostro sistema di gioco e sa essere efficace in ambo le fasi. Gioca rilassato, è a suo agio qui. Questa è appena la quarta partita che disputa con noi e devo dire che ha fornito una prestazione solida, molto interessante

Che Theo Hernandez fosse uno dei migliori terzini in circolazione chi segue la serie A lo sapeva ormai da un pezzo. Ora, finalmente, se n’è accorto anche Deschamps.