Dominic Thiem è considerato uno dei giovani tennisti con più talento del circuito. Boris Becker, uno che di campioni se ne intende, l’ha definito il miglior prospetto, quello che potrebbe e dovrebbe, a breve giro, mettere in discussione la leadership dei vari Roger Federer, Rafa Nadal e Novak Djokovic.

Dominic, talento purissimo

Lo scorso 2 marzo, Dominic Thiem ha agguantato la terza piazza nel ranking ATP (soffiando la posizione a Roger Federer). La conferma dell’enorme classe del 26enne austriaco. In carriera ha già vinto 16 titoli ATP e vanta già tre finali conquistate in tornei del Grande Slam (due al Roland Garros e una agli Australian Open). Insomma, Dominic Thiem è ad un passo dalla consacrazione. Dopo 25 anni, un austriaco nuovamente ai vertici del tennis mondiale. L’ultimo a riuscirci? Thomas Muster che, per qualche tempo, è stato anche allenatore di Dominic Thiem (il rapporto tra i due non è mai decollato, tanto che la separazione è arrivata in tempi piuttosto brevi)…

Non ho dubbi sul fatto che se continua con questo livello, prima o poi avrà possibilità di diventare numero uno del mondo. Non posso dire quando, ma se continua a lavorare duro i risultati arriveranno. Dominic è un ragazzo simpatico e molto caro a tutto il circuito

Inseguendo Thomas Muster

Classe 1967, Thomas Muster è stato uno dei tennisti più forti degli anni ’90. Vincitore di un Roland Garros (1995), Thomas Muster è stato anche N.1 del mondo (1996). Soprannominato The King of Clay (il re della terra rossa), è stato un vero gladiatore in campo e l’orgoglio dell’Austria per tanti anni. Ora tocca a Dominic Thiem raccogliere la sua pesante eredità e far tornare a sventolare la bandiera austriaca come ai tempi in cui, in campo, c’era Thomas Muster…