Basta la parola: Rafa Nadal. Stiamo parlando di uno dei più grande tennisti di tutti i tempi. Un fenomeno che ha saputo superare ogni ostacolo, mostrando una determinazione senza eguali. La sua storia è quella di un ragazzo maiorchino con un grande sogno e un ego ancor più grande.

Ripensando agli inizi…

Rafael Nadal è nato a Manacor, nelle Baleari, il 3 giugno del 1986. Appassionato di calcio e tennis, per fortuna, alla fine ha preferito la pallina gialla. Il merito va anche all’Italia. Torniamo al 2003. Il futuro numero 1 del tennis mondiale ha 16 anni e tanta voglia di imporsi. Non ha ancora vinto nulla. Partecipa al torneo Open Città della Disfida di Barletta. Si sbarazza, nell’ordine, di Ruben Ramirez Hidalgo, Martin Vassallo Arguello, Albert Montanes e Tomas Behrend. In finale ha la meglio su Albert Portas. E’ la sua prima vittoria, la prima di moltissime.

Nato per vincere

Il successo a Barletta fortifica ulteriormente il carattere da gladiatore di Rafa Nadal. Inizia così una carriera entusiasmante che lo porta a vincere trofei pretigiosissimi. Ad oggi ha conquistato 19 titoli del Grande Slam. Nello specifico, si è imposto 12 volte al Roland Garros (casa sua), quattro volte agli US Open, due a Wimbledon e una volta anche all’Australian Open.

12 Roland Garros vinti? Sono un dato di fatto. È una delle cose speciali successe nel mondo dello sport e io sono felice e grato di essere parte di questa impresa

Alla ricerca del 20…

Rafael Nadal non è un tipo che si accontenta. Tanti al suo posto, con 35 primavere sulle spalle e tanti acciacchi fisici (nelle ultime stagioni ha dovuto fermarsi in più occasioni), avrebbero già smesso. Non lui, l’uomo di ferro! La sua ambizione è enorme, così come il desiderio di continuare a competere ai massimi livelli e provare a conquistare il 20° Grande Slam della sua pazzesca carriera. Non appena tornerà ad allenarsi, sarà pronto per nuove battaglie e per alzare, nuovamente, uno dei quattro trofei più importanti del circuito. Anche perchè c’è un solo giocatore che ne ha vinti più di lui: Roger Federer, attualmente a quota 20. Appunto, 20…