Nick Kyrgios non è un carattere facile. Nel corso degli ultimi mesi, ha fatto più notizia per le sue “sfuriate” che per quanto vinto sul campo. Ultimamente è finito sotto i riflettori per una faida con il duo Becker-Zverev…

Toni accesi e accuse forti…

Tutto è cominciato dalle accuse rivolte da Nick Kyrgios nei confronti di Sascha Zverev, reo di aver partecipato ad una festa dopo i noti fatti legati alla questione Novak Djokovic e alla “promessa”, dello stesso Sascha Zverev, di voler restarsene a casa per un po’. “Dico, se lasci scrivere al tuo staff un tweet in cui si legge che rimarrai a casa per 14 giorni (in realtà non aveva detto proprio questo il tennista tedesco di origini russe, ndr) e ti scusi per aver messo a rischio la salute di altre persone, perlomeno abbi il coraggio di rimanere a casa per 14 giorni. Mio Dio. Rimani con la tua ragazza per 14 giorni e divertiti con lei…“, le parole dello stesso Nick Kyrgios che, di contro, hanno scatenato la reazione, pesante, di Boris Becker

Tutti stiamo attraversando un momento difficile… Dovremmo proteggere le nostre famiglie e i nostri cari e seguire le linee guida, ma comunque non mi piacciono gli spioni

Pronta risposta di Kyrgios…

L’accusa di “spione” non è affatto piaciuta al tennista australiano che, ancora via social network, ha risposto alla leggenda tedesca: “Spioni? Per aver ritenuto qualcuno responsabile di qualcosa? Strano modo di pensarla, campione. Quando la mia famiglia e le famiglie di tutto il mondo hanno rispettosamente fatto la cosa giusta”. Risposta che ha scatenato un vero e proprio battibecco tra i due con Nick Kyrgios che ci ha tenuto ad avere l’ultima parola: “Che ne dici del tizio che stai difendendo, e che ci dia una sorta di spiegazione? Non delle scuse mediocri di circostanza…”. Insomma, quando si vedranno, ci sarà da divertirsi. Nick Yyrgios non è un carattere facile ma Bum Bum Becker non è mai stato, neppure da giovane, un tipo tranquillo…