Esattamente cinque anni fa, Flavia Pennetta diceva basta con il tennis giocato. In diverse occasioni le hanno chiesto di tornare in campo ma la vincitrice degli US Open 2015 ha altri progetti…

Flavia è nella storia…

La finale degli US Open 2015 vinta ai danni della connazionale Roberta Vinci (capace di eliminare la super favorita Serena Williams) è stato il momento più alto della splendida carriera di Flavia Pennetta. Grazie a quel successo, è entrata nella storia del tennis italiano ma anche di quello mondiale. E’ stata la seconda azzurra a vincere una prova dello Slam dopo Francesca Schiavone (Roland Garros, edizione 2010). Insomma, un traguardo per pochissimi… Ma non solo, nei suoi 15 anni di carriera, ha collezionato, 11 successi in tornei WTA in singolo e 17 in doppio, partecipando a ben 59 finali complessive. A fine ottobre del 2015, dopo essere stata N.6 del ranking WTA, ha detto basta. Nessun ripensamento negli anni successivi, nonostante in tanti abbiamo provato a farle cambiare idea… Ci ha provato anche il marito, Fabio Fognini…

Non ho nessuna intenzione di tornare a giocare. Assolutamente, no. Mio marito scherzava, la cosa è stata presa un po’ sul serio e forse non ho capito nemmeno io che non scherzava, ma diceva sul serio

Altri progetti per il futuro

Oltre a dedicarsi alla famiglia (è mamma di due bimbi), Flavia Pennetta ha altri progetti per il futuro. Innanzitutto continuare a supportare il marito Fabio Fognini, ancora impegnato, a grandi livelli, nel circuito. La TV l’ha sempre intrigata e starebbe anche portando avanti dei progetti interessanti. Attenzione anche alla possibile vocazione da scrittrice, magari per evocare la finale Made in Italy degli US Open 2015. C’è chi la vede, prima o poi, anche ai vertici del tennis italiano. Una come lei, capace di vincere uno Slam, sarebbe di grande aiuto a tutto il movimento, soprattutto giovanile… Sicuramente non resterà ferma a lungo tempo. Flavia Pennetta è un vulcano, sempre e comunque…