Finalista a Vienna, Lorenzo Sonego si è preso il proscenio. Ora è 32esimo nel ranking ATP (sua miglior posizione di sempre) e la sensazione è che possa migliorare ancora molto… Scopriamo chi è la nuova, ennesina, speranza del tennis azzurro…

https://twitter.com/Coninews/status/1322240871811698691

Voleva fare il calciatore…

Lorenzo Sonego è il tennista del momento. La notorietà conquistata dopo aver battuto Novak Djokovic, N.1 al mondo, a Vienna è stata enorme. Nato a Torino l’11 maggio 1995, Lorenzo Sonego, da piccolo, voleva fare il calciatore. Per fortuna ha scelto il tennis. Il suo debutto nei professionisti risale al 2014. Passo dopo passo, è cresciuto enormemente. Il suo primo acuto arriva nel 2019 quando vince il l’Antalya Open, torneo sull’erba, battendo in finale Miomir Kecmanovic. Il primo titolo ATP in carriera gli conferisce ancor più sicurezza. Giunge agli ottavi di finale all’ultima edizione del Roland Garros e poi raggiunge la finale al torneo ATP di Vienna. Una crescita costante che hanno fatto di Lorenzo Sonego una delle nuove punte del tennis azzurro. Di fatto, ha la stessa età di Matteo Berrettini. Poi c’è da non dimenticarsi del talento cristallino di Jannik Sinner e anche Lorenzo Musetti può far bene. Insomma, ci sarà da divertirsi con questi tanti azzurri di qualità.

Ho sempre saputo che il tennis era la mia strada e l’ho seguita con tranquillità, senza mai pensare seriamente ad altro, anche perché il calcio era troppo fisico per me. Però lo seguo sempre da tifoso, ovviamente granata

Dove può arrivare?

La domanda che tutti si fanno è la seguente: fino dove puà arrivare Lorenzo Sonego? L’exploit di Vienna non è stato frutto della casualità. Il tennista piemontese sta lavorando duramente per non essere una meteora. Bravissimo nel dritto, ottimo servizio e miglioramenti importanti con il rovescio. Insomma, un giocatore completo che, con il lavoro, può davvero sognare in grande. Il prossimo obiettivo? Entrare nella Top 25 del tennis mondiale… Forza Lorenzo!