Southgate se la prende con Keane, reo di aver criticato Maguire al termine della gara tra Inghilterra e Albania:

Dobbiamo capire l’industria in cui lavoriamo. Per andare avanti e guadagnare bisogna prendere differenti approcci e bisogna scegliere con cura a quale affidarsi. Io, per esempio, da ex giocatore, so quanto le cose siano complicate quando si va in campo e da opinionista sceglievo l’empatia.

Polemica ad arte

Creare polemica ad arte per alzare l’audiance, questo chiedono a Keane e Southgate lo sa:

Dipende da quello che devi fare per tenerti il lavoro. Alcuni canali richiedono che tu dia titoli, altri che tu abbia un approccio diverso, quindi lo capisco. Per rimanere rilevante in determinati ambienti devi dire in diretta cose che finiranno in prima pagina la mattina dopo. Chiunque lavori in questo campo sa come funzionano le cose. E io da allenatore lo so, quindi non è un problema. Ma per i calciatori è diverso, sono giovani, non hanno esperienza nel campo delle comunicazione, si chiedono perchè ex calciatori, che sicuramente sanno quanto sia pesante essere criticati, facciano così.