Fratelli sì, ma anche avversari. E, si badi bene, non nelle squadre di club, bensì in Nazionale! Il calcio regala storie clamorose di calciatori uniti da legame di sangue, ma divisi dal passaporto e dalla maglia della Nazionale: scopriamo insieme chi sono i fratelli che hanno scelto di rappresentare bandiere diverse



Divisi dalla maglia

  • JEROME E KEVIN-PRINCE BOATENG
    Il caso più famoso degli ultimi anni riguarda i fratelli Boateng, che hanno in comune il padre ma sono in realtà figli di madri diverse: ecco perché Jerome ha scelto di rappresentare la Germania (con cui sei è laureato anche campione del mondo), mentre Kevin Prince ha optato per il Ghana…

  • GRANIT E TAULANT XHAKA
    Clamoroso è invece il caso dei fratelli Xhaka, figli di una famiglia di origine albanese-kossovara trasferitasi in Svizzera per sfuggire ai venti di guerra. I piccoli Granit e Taulant crescono calcisticamente nelle giovanili del Basilea, ma se il primo fu subito notato dalla federazione svizzera e convocato in Nazionale, il secondo invece -nonostante fosse maggiore di età- venne convocato dalla federcalcio albanese, per la gioia di mamma papà!

  • THIAGO ALCANTARA E RAFINHA
    I figli di Mazinho, asso brasiliano campione del Mondo a Usa ’94, sono nati in Paesi diversi e hanno preso strade diverse: Thiago, il fratello maggiore, è nato in Puglia ma ha scelto di rappresentare la Spagna, Paese nel quale è cresciuto, mentre Rafinha dopo gli esordi nelle Nazionali giovanili spagnole ha scelto di ripercorrere le orme paterne con la maglia della Seleçao brasiliana.

  • PAUL, FLORENTIN E MATHIAS POGBA
    Di Paul Pogba, Campione del Mondo con la Nazionale francese nel 2018, sappiamo tutto o quasi. Poco invece si sa dei suoi fratelli (gemelli) Florentin e Mathias che, essendo nati in Guinea, hanno optato per la Nazionale africana. Nel caso di Mathias però, con scarsi risultati, mentre Florentin è una delle colonne degli Elefanti

  • CHRISTIAN E MAX VIERI
    Chiudiamo con una coppia di fratelli che conosciamo bene: Christian e Max Vieri. Il primo, nato a Bologna, nel 1973, ha scelto la maglia azzurra con cui ha segnato 23 reti in 49 presenze, giocando anche 2 mondiali; Max invece, nato a Sydney nel 1978, vanta 6 gettoni e 1 rete con la nazionale australiana, con cui si è anche laureato campione d’Oceania nel 2004!