Si è rivelato l’arma in più che ha consentito all’Atletico di vincere il suo 11esimo titolo: e pensare che, non più tardi di un anno fa, il Barcellona si disfava di lui a parametro zero. Ma la vendetta di Luis Suarez non è certo tardata ad arrivare: i suoi 21 gol stagionali (tutti in Liga) sono valsi ai colchoneros un’impresa storica che mancava da ben sette anni…



“Una trattativa-lampo”

Quella tra Suarez e l’Atletico è stata una vera e propria trattativa-lampo. Parola del Cholo Simoeone che, intervistato ai microfoni di ESPN Argentina, ha raccontato di essersi subito precipitato al telefono per convincere il Pistolero a raggiungerlo a Madrid:

Lo avevo già cercato quando era ancora al Liverpool, alla fine lui ha scelto il Barcellona ed i fatti gli hanno dato ragione. Quando però si è presentata l’occasione, il club mi ha chiamato e io mi sono messo a ridere, non ci credevo. L’ho subito chiamato e gli ho detto: ‘Luis, dobbiamo vincere e tu vuoi vincere’



“Ora siamo una big!”

Per il Cholo si tratta dell’ottavo trofeo alla guida dell’Atletico: una squadra che, sotto la sua gestione, è tornata a competere con le big del calcio spagnolo. Un cambio di mentalità che Simeone ha spiegato così:

Prima l’Atletico vinceva ogni 25 anni, poi siamo scesi a 18, ora siamo passati a 7 anni dall’ultimo titolo. Siamo davvero felici, c’è tanto lavoro dietro questo titolo, gente che lavora ogni giorno dietro le quinte. Vincere in Spagna è davvero difficile, qui ci sono Real Madrid e Barcellona in vetta alla Liga ogni anno e per batterli devi fare bene, davvero bene

Copy: AMFUT