Oltre al danno, la beffa per Florentino Perez: il Presidente del Real, nell’occhio del ciclone dopo il naufragio del progetto Superlega viene preso di mira dal collega Rummenigge, che lo ‘sfotte’ ai microfoni dell’Equipe:

Dubito che con la debacle che ha subito in questa settimana la Superliga sopravviverà. Perez dice che senza non può comprare Haaland e Mbappè? E che problema c’è? Nel PSG Kylian è in ottime mani, nelle prossime settimane potrebbe vincere tutto quello che si può. E in quanto ad Haaland, anche lui è in un club che come sempre è molto competitivo, che può vincere coppa di Germania e qualificarsi per la Champions. E non possiamo dimenticare che, nonostante tutto, anche il Real Madrid continua a essere competitivo e che può vincere sia la Liga che la Champions League.

Ramoscello d’ulivo

Dopo la frecciata, Rummenigge tende la mano a Florentino, invitandolo a seppellire l’ascia di guerra per il bene superiore del calcio:

Con Florentino ho sempre avuto relazioni eccellenti fino ad ora. E non possiamo dimenticare che si parla del presidente del club più famoso del mondo. Il presidente della UEFA Ceferin parla di confrontarsi con tutti i club per costruire buoni rapporti e andare avanti. Questi sono termini che condivido totalmente e, in questo caso, dobbiamo tutti quanti optare per un approccio improntato alla saggezza. E spero solo che anche Florentino la veda in questa maniera.