I tifosi della Roma hanno imparato a conoscerlo (e ad apprezzarlo) per le sue parate plastiche durante l’Europeo, ma Rui Patricio resterà per sempre nella storia giallorossa come il primo acquisto dell’era Mourinho, con cui condivide anche lo stesso procuratore, Jorge Mendes. L’estremo difensore portoghese arriva dal Wolverhampton per una cifra vicina agli 11 milioni più un paio di bonus e percepirà circa 3 milioni di euro a stagione. Eppure, sebbene sia stato proprio lo Special One a caldeggiarne l’acquisto, è la prima volta che i due si trovano a lavorare insieme, come conferma lo stesso Rui Patricio:

È la prima volta che lavoro con lui, ma indubbiamente è uno dei migliori tecnici al mondo e per qualsiasi giocatore, per qualsiasi atleta è sempre un sogno poter lavorare con lui, poter essere allenato da lui. Mourinho rappresenta indubbiamente un grande valore aggiunto per poter crescere, per poter lavorare e migliorare e sicuramente è qualcosa di molto affascinante



“Qui per una nuova sfida e…per i titoli!”

Rui Patricio lascia la Premier a 33 anni, dopo 3 stagioni passate a difendere la porta dei Wolves. Queste le motivazioni che lo hanno spinto al cambio di squadra:

Quando ho saputo dell’interessamento della Roma logicamente sono rimasto molto contento, ed ero anche molto entusiasta di venire qui perché, indubbiamente, desidero una nuova sfida. La chiamata della Roma è una grande opportunità per lottare per dei titoli, per essere parte di un grande club, e quindi sono molto entusiasta, arrivo per dare il meglio, per aiutare la squadra, per aiutare il club a vincere titoli. Arrivo in giallorosso per crescere, imparare, lavorare e soprattutto vincere