Olivier Giroud, ancora lui. L’attaccante francese, campione del Mondo in carica con la sua Nazionale, dopo aver firmato il rinnovo di contratto con il Chelsea la scorsa estate, ora sembra nuovamente ad un passo dall’addio ai londinesi, vista la scarsa considerazione riservatagli dal tecnico Lampard in questo inizio di stagione.



Appena 36 minuti in Premier

I numeri fotografano perfettamente lo scontento di Giroud: sono appena 36 i minuti di Premier giocati dal francese, spalmati peraltro su 4 presenze (tutte, ovviamente, da subentrato). A questi vanno aggiunti i 27’ giocati in Champions contro il Rennes (quando è subentrato nel finale di gara sul 3-0 per i Bleus) e le due presenze in Coppa di Lega. Non proprio un inizio di stagione di quelli indimenticabili…



“Gioco troppo poco…”

È lo stesso attaccante francese a palesare tutto il proprio malcontento ai microfoni di Telefoot:

All’inizio della stagione pensavo di poter ancora aiutare la mia squadra, ma il mio utilizzo in campo si è ridotto molto. Sono chiaro sulla mia situazione, dovrò prendere una decisione a gennaio. Spero di prendere la decisione giusta, come ho sempre fatto. 

E pensare che, lo scorso gennaio, l’Inter di Conte si era fatta sotto in maniera insistente per il francese, considerato il perfetto vice Lusaka dal tecnico salentino: un ruolo comunque rimasto scoperto nel roaster nerazzurro, e chissà che non possa esserci una nuova trattativa già a gennaio. Anche la Lazio aveva corteggiato a lungo l’ex attaccante dell’Arsenal, arrivando ad un passo dall’accordo con il suo entourage prima della firma sul rinnovo col Chelsea. Possibile che, a gennaio, anche i biancocelesti ripartano alla caccia del vice Immobile…