La Lazio abbandona l’Europa League dopo la sconfitta rimediata in Bretagna per mano di un Rennes non esattamente irresistibile. Agli undici di Simone Inzaghi sono mancate le giuste motivazioni per provare a vincere la gara, complice anche una situazione di girone già ampiamente compromessa dalle notizie arrivate dalla sfida tra Cluj e Celtic. Vediamo insieme i top e flop dei biancocelesti…

Top

PAROLO: l’ultimo a mollare gli ormeggi, anche quando la nave imbarcava acqua ormai da ogni dove. Abnegazione e grinta al servizio di Simone Inzaghi: peccato solo che i compagni non si facciano trascinare dalla sua voglia. VOTO 6
PROTO: tutto sommato non demerita nemmeno lui. Schierato tra i pali al posto di Strakosha, non ha colpe particolari sui gol subiti ed evita l’imbarcata in un altro paio di occasioni. VOTO 6

Flop

IMMOBILE: fa rabbia la differenza di atteggiamento che dimostra in campionato rispetto all’Europa League. Questa sera non c’è con la testa, non becca nemmeno un pallone e finisce per incupirsi già dopo pochi minuti. Tanto valeva tenerlo a riposo! VOTO 5

CAICEDO: nulla ci toglie dalla testa che sia il classico giocatore ‘da subentro’, il dodicesimo uomo che rappresenta una garanzia quando viene chiamato a partita in corsa e che perda efficacia dal primo minuto. Vedremo se, un giorno, riuscirà a smentire questa nomea… VOTO 4,5

BERISHA: non gli si chiedeva di cambiare la partita, ma quantomeno di metterci un po’ di mordente. Invece, nemmeno quello. Spaesato, sembra quasi gli pesi scendere in campo. VOTO 4