E’ tutto fatto da tempo, ma la firma sul nuovo contratto che legherà -per altri due anni- Claudio Ranieri alla Sampdoria sembra proprio non arrivare mai. Tanto che dalle parti di Genova qualcuno avrebbe messo in dubbio l’effettiva volontà del patron blucerchiato Massimo Ferrero di continuare con il tecnico testaccino, artefice di due grandi salvezze sulla panchina doriana.



“Sono sereno e non ho fretta”

Ranieri, dopo la sconfitta di misura contro il Napoli di Gattuso, ha voluto chiarire di non aver nessuna fretta per quanto riguarda la tanto sospirata firma:

Sono state scritte tante cose, vediamo. Io voglio arrivare a 52 punti. Il presidente sa dove sono, se vuole parlarmi sa dove trovarmi. Io non ho fretta e non sono sulla graticola, sono di una serenità enorme



Si fa sotto il Valencia

Se la fumata bianca tra Samp e Ranieri non dovesse arrivare nelle prossime settimane, potrebbe approfittarne il Valencia: dopo un campionato deludente e ben sotto le aspettative, i pipistrelli cercano un nuovo allenatore per rifondare la squadra e avviare un nuovo progetto in seguito all’esonero di Javi Garcia dopo il ko contro il Barcellona. L’esperienza di Ranieri sarebbe in questo senso un grande valore aggiunto, visto che il tecnico romano ha già allenato proprio il Valencia in due distinte occasioni: prima dal 1997 al 1999 portando il Valencia in Champions League e successivamente nel 2004 quando vinse la Supercoppa Europea. Per accettare una nuova avventura all’estero, però, Ranieri vorrebbe delle garanzie a livello tecnico: le stesse già chieste (più volte) al Presidente Ferrero negli ultimi mesi…