Roy Keane era un duro, in campo non tirava mai indietro la gamba, ma a volte usava anche le mani: Rio Ferdinand, suo compagno allo United, si ricorda ancora di quando mise ko una giovane riserva che gli aveva mancato di rispetto:

Una volta ha dato un pugno in faccia a Chris Eagles. Chris era un ragazzino e si è preso un po’ troppe libertà con Keane. Roy era di ritorno da un infortunio, oppure non aveva giocato, quindi stava facendo una partitella con le riserve. C’erano parecchi ragazzi delle giovanili in campo e giocatori come Eagles e Lee Martin correvano come topi, cercando di avvicinarsi a lui e di contrastarlo.

Gancio alla mascella

Il giovane Eagles si beccò così un terrificante gancio alla mascella per aver osato contrastare Keane con eccessivo vigore sotto gli occhi di un esterrefatto Ferdinand:

Chris gli è entrato in ritardo un paio di volte e Roy gli ha detto ‘stammi a sentire, vacci più calmo’. Eagles voleva soltanto fargli una buona impressione e quando è arrivato il pallone lo ha colpito di nuovo e gli ha tirato la maglia. Roy si è semplicemente girato e bang, un cazzotto velocissimo in pieno sulla mascella. Io ero lì a vedere e gli ho detto ‘Roy, che problema hai?’. Poi quando siamo rientrati gli ho detto ‘perchè l’hai fatto, è solo un ragazzino?’ e gli ho detto di non farlo mai più.