Don Andrés sogna il ritorno al Barcellona. Dal suo buen ritiro del Giappone dove, alla veneranda età di 37 anni, guida il centrocampo del Vissel Kobe, Iniesta non dimentica il suo grande amore calcistico, dove ha militato per 22 anni tra giovanili e prima squadra, vincendo tutti i trofei a livello di club…



“Barça, tornerei volentieri!”

Dopo quattro anni nel Sol Levante, Iniesta comincia a sentire un po’ di nostalgia di casa. O almeno così sembra trapelare da un’intervista rilasciata ai microfoni di Goal.com, a precisa domanda se si senta pronto per tornare a Barcellona:

Tornare in blaugrana? Non è lo scenario in cui mi vedo, se però arrivasse l’occasione la apprezzerei. Quello che posso dirti è che tornare al Barça mi piacerebbe, è chiaro. Non per il mio trascorso lì, ma perché sarebbe bello avere la capacità di aiutare la squadra in un altro modo

“Il futuro è di Xavi”

Se Iniesta si vede ancora a centrocampo, in panchina pochi dubbi su chi -prima o poi- diventerà l’allenatore del futuro dei blaugrana: tutti gli indizi portano al nome dell’ex compagno Xavi. E anche Iniesta sembra pronto a scommettere su El Profe:

 Se mi chiedi se immagino Xavi sulla panchina del Barça, senza essere frainteso sul fatto che dovrebbe essere l’attuale allenatore, ti dico sicuramente di sì. E’ da tempo che si è preparato studiando e allenando. Ha la sicurezza giusta per affrontare questa sfida

“Fa strano vedere Leo con un’altra maglia”

Chiusura obbligata all’addio di Messi e sull’effetto che fa vedere La Pulce con una maglia diversa da quella blaugrana, dopo così tanti anni:

L’unica cosa che posso fare è valutare dall’esterno, quello che è successo o meno lo conoscono solo le persone coinvolte direttamente. Mi fa strano – e suppongo che sia lo stesso anche per altre persone – vedere Leo con un’altra maglia. Il mio desiderio sarebbe stato che lui continuasse, ma a volte gli scenari cambiano e bisogna prendere strade diverse, ognuno la propria. Ovviamente la situazione che si è verificata non è stata facile da assorbire