Non sta andando secondo copione l’esperienza di Gigio Donnarumma con la maglia del PSG: l’ex portiere del Milan, finora titolare solo nei match di campionato contro il Clermont e contro il Lione, ha spesso e volentieri scaldato la panchina a beneficio di Keylor Navas che, secondo fonti parigine, godrebbe anche della fiducia dello spogliatoio. Il dualismo tra il portiere Campione d’Europa e il plurivincitore della Champions League rischia di essere un fattore destabilizzante per il club nel corso di una stagione lunga e ricca di impegni…



“Si devono adattare entrambi”

La competizione è alla base di qualsiasi sport, ma non sempre avere due portieri di livello si è dimostrata una scelta vincente per i top club. Pochettino lo sa bene e, a poche ore dalla sfida di Champions contro il Manchester City, prova a gettare acqua sul fuoco:

Se Donnarumma gioca? Non vi dirò la formazione. Abbiamo due grandi portieri e tutti i grandi portieri si adattano alle richieste dello staff tecnico.

Parole che sembrano voler spegnere sul nascere qualsiasi tipo di polemica legata all’eterno ballottaggio tra i due numeri 1.



La sfida a Navas

Arrivato in estate dal Milan a parametro zero, Donnarumma ha subito dovuto fronteggiare la concorrenza di un portiere esperto come Keylor Navas, riscattato in estate dal Real con cui ha vinto 3 Champions in 5 anni. Eppure Gigio, in una recente intervista, ha rivendicato la sua scelta:

La concorrenza con Navas non crea problemi in spogliatoio, e c’è sempre in grandi squadre. Keylor è una bravissima persona, ci siamo salutati, siamo amici quindi non c’è nessun problema. Io però voglio diventare il numero uno al mondo, e per farlo devo diventare il portiere titolare del PSG.

E allora in bocca al lupo. Naturalmente a Pochettino.