Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Il meglio e il peggio della 27a giornata

Giocate di classe ed errori tafazziani nell’ultimo turno di campionato…

Dell’incredibile errore di Gagliardini a porta vuota alla tripletta di Cornelius: il meglio e il peggio della 27a giornata del campionato di Serie A…

1) Il tris di Cornelius

Definire Cornelius la bestia nera del Genoa non pare un azzardo, dal momento che il centravanti del Parma ha rifilato la bellezza di 6 gol al Grifone in questa stagione tra andata e ritorno! Con il suo tris, il danese ruba la scena in questa 27esima giornata di campionato!

2) L’errore di Verre

Dalla tripletta di Cornelius al clamoroso errore a porta vuota di Valerio Verre in Verona-Napoli: il centrocampista gialloblù riesce a mangiarsi un gol più facile da segnare che da sbagliare!

3) Gagliardini come Blissett

Se l’errore di Verre è incredibile, quello di Gagliardini è addirittura irreale: si fa fatica a comprendere come il centrocampista nerazzurro abbia potuto centrare in pieno la traversa da zero metri con la porta spalancata davanti, facendo impennare il pallone come uno Shuttle in partenza da Cape Canaveral quando sarebbe bastato appena sfiorarlo per appoggiarlo comodamente in rete! Una topica che a molti ha ricordato quelle dell’ex milanista Blissett!

4) Il tacco di Bernardeschi

L’eccellente prestazione di Bologna ha parzialmente riabilitato Federico Bernardeschi dopo un interminabile filotto di prove scialbe e sottotono: schierato nel suo ruolo naturale, quello di esterno offensivo, l’ex viola sembra aver ritrovato lo smalto di un tempo, confermando di trovarsi maggiormente a proprio agio sulla fascia piuttosto che in posizione centrale, come testimoniato dallo splendido colpo di tacco che ha mandato in gol Paulo Dybala!

5) L’espulsione di Danilo

Non bastasse il rigore sparato alle stelle in finale di Coppa Italia, il brasiliano Danilo persevera diabolicamente facendosi buttare fuori a Bologna in modo sciagurato: entra a partita già decisa, ma riesce nell’impresa di beccarsi due gialli evitabilissimi lasciando Sarri col ruolo di terzino sinistro scoperto per la gara col Lecce!