Pessimismo e fastidio: l’Italia torna da Belfast con le orecchie basse e la paura di restare fuori dal secondo Mondiale di fila! La storia, purtroppo, sembra ripetersi: da Ventura a Mancini, il risultato è il medesimo. Se però, allora, a qualificarsi al posto degli Azzurri fu la Spagna, stavolta invece è la Svizzera! La Svizzera, mica il Brasile! La Svizzera piallata agli Europei, la Svizzera che non riusciamo più a battere!

Fuori dai denti!

Fuori dai denti: in un girone con Svizzera, Lituania e Bulgaria, qualificarsi era un obbligo! Anzi, un imperativo categorico assoluto! Lasciando da parte la doppia sfida con gli elvetici, unici competitors reali, quest’Italia è riuscita nell’impresa di pareggiare con la Bulgaria e proprio quei due punti lasciati per strada alla fine hanno fatto la differenza!

It’s time for a change

Tempo di cambiare: in attesa di conoscere le avversarie che troveremo ai Playoff del prossimo marzo, Roberto Mancini deve restituire linfa vitale a un gruppo spento e forse appagato, tagliando i rami secchi, sostituendo ai vari Bernardeschi, Acerbi, Emerson, Cristante e compagnia cantante, elementi freschi e affamati!