Su di lui, come ogni estate, si erano accesi -puntualissimi- i riflettori del calciomercato. Ogni sessione, estiva o invernale, il nome di James Rodriguez viene infatti sbattuto in prima pagina come possibile rinforzo delle big italiane: neanche a questo giro se n’è fatto però nulla, e il colombiano è rimasto all’Everton, dove vive una situazione piuttosto complicata…



Everton, addio!

Voluto fortemente all’Everton dal suo mentore Carlo Ancelotti, con il ritorno di quest’ultimo al Real Madrid e il contestuale approdo a Liverpool di Rafa Benitez, James non ha più trovato posto nel progetto dei Toffees che, visto il pesante ingaggio da 200mila sterline a settimana, sperano in una rapida cessione per alleggerire le casse del club. Solo che, a mercato chiuso, le opzioni non sono molte per il colombiano, che ha dato mandato ai suoi agenti di cercare una nuova sistemazione nel più breve tempo possibile.



Futuro in Qatar?

L’unica pista percorribile per il futuro del colombiano sembra essere quella legata al Qatar, dove lo attende un contratto milionario con un club di prima fascia: si tratta dell’Al-Rayyan SC, squadra con sede a Doha allenata dal tecnico francese Laurent Blanc. Rodriguez, che non gioca una partita ufficiale dal maggio scorso, in estate è stato duramente criticato dal connazionale Tino Asprilla per le troppe ore passate in diretta su Twich:

Parla troppo su Twitch. Quando un calciatore si fa un nome, in Europa è facile farsi ingaggiare. Ma in questo caso invece nessuno ha chiamato James per cui normalmente si farebbe a gara per ingaggiarlo.

Nessuno si è fatto avanti, e allora a James non è rimasto che il Qatar: riuscirà il colombiano a ritrovarsi all’alba dei 30 anni?