Perché Arnautovic non è diventato il nuovo Ibra? A rispondere a tal quesito è il diretto interessato…

La Vida Loca

Prometteva bene Marko Arnautovic ai tempi dell’Inter, ma poi l’attaccante austriaco s’è smarrito ed è finito in Cina a soli trent’anni… Lo paragonavano a Zlatan Ibrahimovic, ma al contrario dello svedese, lui non aveva molta voglia di faticare e sacrificarsi:

Ho sottovalutato il campionato cinese. Non mi allenavo, non mi prendevo cura del mio corpo, mangiavo troppo e bevevo bevande gassate, Sprite, Coca Cola, Fanta. Tutti questi zuccheri non fanno bene al tuo corpo. Mangiavo alle ore sbagliate. Non dormivo, perchè quando sono arrivato in Cina mi ci sono volute tre settimane per adattarmi al nuovo fuso orario.

Circolo vizioso

Piombato in una spirale di vizi ed eccessi, Arnautovic era quasi giunto a un punto di non ritorno:

Andavo a dormire alle sei o alle sette di mattina, mi svegliavo alle tre o alle quattro di pomeriggio, mi allenavo, facevo di nuovo nottata e quindi mangiavo di nuovo alle ore sbagliate.

Cambio di mentalità

L’ex attaccante di Inter e West Ham ha deciso di cambiare vita e di affrontare la sua nuova sfida nel campionato cinese con un approccio diverso e più professionale:

Adesso però mi sono messo in testa che il mio club mi ha voluto qui per giocare bene, per cercare di vincere il campionato. E ho cambiato mentalità, perchè devo essere in grado di fare meglio sia in campo che come persona. Altrimenti in Cina non ci puoi giocare.