La prima volta non si scorda mai! Pep Guardiola ricorda ancora dove si trovava e cosa stava facendo quando Johan Cruijff lo convocò nella Squadra A del Barcellona: corteggiava una morettina abbordata in discoteca…

La prima volta

Per un giovane talento della Cantera, la prima convocazione tra i grandi è il momento più atteso, ma quella sera di tanti anni fa Pep Guardiola pensava soltanto a rimorchiare una bella mora conosciuta in discoteca:

Non erano nemmeno le sette e mi stavo rilassando in una discoteca. Ero più preoccupato per una mora che di qualsiasi altra cosa. Avevo deciso che la avrei portata a ballare appena avrebbero messo le canzoni più lente.

Cambio di programma

Quando Pep stava per decidersi ad invitare la morettina a ballare, ecco sopraggiungere d’un tratto un compagno dalla Masia con una notizia inattesa:

Ho visto arrivare un compagno della Masia. Mi ha detto che un gruppo di giocatori dell’Academy doveva recarsi a Banyoles con la prima squadra e che c’ero anche io. Non ho mai ballato con la brunetta, che era davvero una bella ragazza… La mia mente era già su altre cose.

Andamento lento

Visto il commento di Cruijff al termine del primo allenamento di Guardiola con la Squadra A, a Pep sarà forse rimasto il rimpianto di non aver ballato con quella deliziosa brunetta:

Hai giocato più lento di mia nonna! Non c’è bisogno di dire altro.