Nel calcio, specie negli ultimi anni, siamo abituati a vedere di tutto e di più. Pensare però che un calciatore possa arrivare a valere un miliardo di euro però, ancora ci mancava. Il riferimento è alla clausola record inserita nel rinnovo di contratto che il giovane Pedri ha appena firmato con il Barcellona: un modo piuttosto plateale per blindare un talento dal sicuro avvenire e mantenere un certo potere contrattuale in caso di cessione…

Clausola da un miliardo di euro

E’ arrivata la tanto attesa ufficialità: Pedri ha rinnovato il proprio contratto con il Barcellona fino al 2026. Top secret le cifre dell’ingaggio del classe 2002 (il precedente contratto valeva 1,3 milioni a stagione), quello che invece si sa è che chiunque volesse mettere le mani sul talento spagnolo dovrà corrispondere al Barça la cifra tutt’altro che simbolica di un miliardo di euro. Si tratta della cosiddetta clausola anti-sceicchi, studiata in modo da scoraggiare anche i club dalle risorse illimitate a fare un nuovo sgarbo al Barça, ancora scottato per l’addio di Messi direzione Parigi.



“Qui al Barça grazie…al Real!”

In una delle rare interviste concesse alla stampa, Pedri aveva raccontato di essere riuscito a cornare il suo sogno di giocare nel Barça grazie ad un provino andato male con i rivali di sempre del Real Madrid:

Sono stato una settimana ad allenarmi con il Real Madrid, ma mi dissero che non ero all’altezza. Mi servì per motivarmi. Cosa direi a chi mi ha scartato?”, ha continuato il canario. “Lo ringrazierei perché grazie a lui sono nella squadra che ho sempre amato. È da quando sono piccolo che sono tifoso del Barça. È qui che voglio stare e diventare grande.

E grande lo sta diventando davvero, Pedri. Anzi, da oggi chiamatelo ‘mister miliardo’…

Copy: SalmanGFX e TaufikRender