Zlatan Ibrahimovic non è un tipo facile: o ti adegui alla sua mentalità oppure sono guai, parola di Scott McTominay…

Vita difficile

Se si vuole andare d’accordo con Ibra e conquistarsi la sua stima, bisogna lavorare sodo e condividere la stessa voglia di vincere, altrimenti la vita nello spogliatoio diventa difficile, lo sa bene McTominay, che ha conosciuto lo svedese si tempi dello United:

Era spietato. E non dirò molto di più di questo. Un gran professionista, lavorava sodo, la sua presenza si sentiva nello spogliatoio, sia per la sua voce che per il modo di approcciarsi ai compagni. È un tipo spietato nel senso che vuole vincere sempre, ogni minuto, ogni secondo. E se non hai la sua stessa mentalità non avrai successo con lui, ti renderà la vita complicata. Quindi meglio mettersi di impegno e lavorare per vincere, altrimenti ti aspettano tempi complicati.

Fonte d’ispirazione

Il carattere di Ibra non piace a tutti, ma è innegabile che rappresenti un valore aggiunto per ogni squadra ed anche McTominay condivide i metodi dello svedese, a volte Rudi, ma sempre risolutivi:

Adoro le persone come lui nel mondo del calcio. Ovviamente ha avuto una carriera leggendaria, che rende onore a lui e a tutta la sua famiglia. Quindi, non posso che avere parole di elogio per Zlatan. A volte è dura avercelo attorno, ma in fondo è una cosa positiva. Anche io sono così di tanto in tanto.