Neymar sopravvalutato? Secondo il connazionale Müller, decisamente: ecco perché…

Presunto fenomeno

In pochi si ricorderanno di lui, ma Müller vanta un palmarès di tutto rispetto e un fugace passaggio anche in Serie A tra le file di Toro e Perugia… Oggi l’ex attaccante brasiliano riveste il ruolo di commentatore e critica aspramente Neymar, mettendo in discussione il suo reale valore:

Un sopravvalutato. Non vale tutti i soldi che il PSG ha speso per lui. Il suo valore p sovrastimato, non ha mai vinto neanche un Pallone d’Oro. Sia chiaro, non dico che non sia un buon giocatore. Però non è all’altezza dei grandissimi che si possono contare a malapena sulle dita di una mano. E comunque Messi e Cristiano Ronaldo hanno più volte dimostrato di essergli superiori sul campo. Neymar invece è più valorizzato lontano dal rettangolo di gioco.

Cammino di fede

Parallelamente all’attività di commentatore, Müller svolge quella di predicatore dopo aver abbracciato la fede:

Ho abbracciato la fede, sono diventato pastore. Riesco a conciliarlo con l’attività di commentatore. Non sono tagliato per fare l’allenatore. Serve molta pazienza con i calciatori, specialmente se sono come ero io. Ho preferito lavorare in TV, lo trovo molto più semplice. Certo, sarebbe bello allenare la nazionale ma non è certo una passeggiata.