Neymar ci ripensa: dopo aver tenuto per un anno intero con il fiato sospeso tifosi e dirigenti del Paris Saint Germain a causa del suo desiderio di ricongiungersi con Messi, ora l’asso brasiliano cambia obiettivo e sogna un tandem con un’altra stella del calcio mondiale…



Obiettivo CR7

Fresco di rinnovo col PSG fino al 2025 (si parla di un ingaggio da 3 milioni di euro di mese…), O Ney si è confidato ai microfoni di GQ spiegando di sognare (un giorno) di formare un tandem d’attacco con l’altra stella del calcio mondiale:

Con quale giocatore mi piacerebbe giocare?  Ho già giocato con grandi giocatori come Messi e Mbappé, ma non ho ancora giocato al fianco di Cristiano Ronaldo. Quindi dico CR7: sarebbe una sfida decisamente stimolante!

E chissà che, dalle parti di Torino, dopo una stagione difficile non possano valutare l’assist di Neymar…



Champions o Pallone d’Oro?

Quando, nell’estate 2017, Neymar decise di lasciare il Barcellona per accettare la mega-offerta dello sceicco Nasser Al-Khelaïfi, in tanti erano pronti a giurare che la scelta del brasiliano fosse dettata da un solo obiettivo: scrollarsi di dosso l’ombra di Messi e vincere il Pallone d’Oro, il trofeo assegnato al miglior calciatore del mondo. Quattro anni dopo, il brasiliano non ha ancora raggiunto l’obiettivo, ma non solo: neanche il suo PSG è ancora riuscito a lasciare il segno sul calcio europeo. A 29 anni compiuti, Neymar è un calciatore decisamente più maturo rispetto a quello ammirato tra le fila del Barça. Il brasiliano, che in Francia ha vinto tutto col PSG, a precisa domanda non ha dubbi su cosa sceglierebbe tra Pallone d’Oro e Champions con il suo club:

Il Pallone d’Oro? Ad essere sincero già non ci faccio più caso, perché ciò che davvero voglio è vincere la Champions League. E’ questo, con certezza, che fa la differenza nella mia carriera e nella mia vita. Così vado avanti per tentare di vincerne un’altra, e poi una terza e un’altra ancora Questa è la cosa più importante

Neymar ha già vinto la Champions da calciatore del Barça nella stagione 2014/15, con Luis Enrique in panchina: memorabile il tridente MSN, composto da Messi, Suarez e Neymar e definito da Guardiola, tecnico del City avversario in semifinale del PSG, come “il migliore di tutti i tempi”.