Nessuno come il Fenomeno, parola di Roberto Carlos, che col connazionale Ronaldo ha condiviso campo e spogliatoio sia al Real che nella Seleçao:

Si capiva quanto Ronaldo fosse speciale già dagli allenamenti. Era il migliore. Non ci sarà mai un altro come Ronaldo il ‘Fenomeno’. Nè Messi, nè Cristiano, nè Neymar. Ronaldo è unico. Credo che nella nostra epoca segnare fosse più complicato. A quei tempi il gioco era più fisico e gli attaccanti erano meno protetti. Ma Ronaldo poteva fare qualsiasi cosa.

Artista del calcio

Roberto Carlos riserva parole al miele anche nei confronti di Zinedine Zidane, suo compagno di squadra ai tempi di Madrid:

Zizou è arrivato che era il miglior calciatore al mondo. Non è uno che parla tanto, quindi ha lasciato che a parlare per lui fosse il campo. Era come un artista, o un ballerino. È sicuramente uno dei migliori di tutti i tempi. E anche uno dei migliori allenatori al mondo in questo momento. È bravissimo, soprattutto dal punto di vista umano. Ha creato un ottimo rapporto con i suoi giocatori e conosce la mentalità del Real. Ha reso più semplice il lavoro dei calciatori e sa come la pensano. E li ha resi così felici che hanno vinto tre Champions League di fila!