David Robinson è stato uno dei centri più lucenti della sua epoca. Nei suoi 14 anni nell’NBA (dal 1989 al 2003), tutti con la casacca dei San Antonio Spurs, si è distinto per il suo enorme talento in campo e, ancor di più, per le sue gesta fuori dal parquet…

La storia dell’Ammiraglio…

Classe 1965, da bambino è riluttante all’idea di dedicarsi alla pallacanestro. Al giovane David Robinson, studente modello, interessa tutt’altro. Tuttavia, il talento è impressionante. Durante i suoi anni nell’NCAA, si conferma devastante. In una singola gara, arriva a 14 stoppate… Si laura in matematica, alla US Naval Academy, nel 1987 e viene scelto, al Draft NBA, come prima scelta assoluta dai San Antonio Spurs ma il giovane centro, prima di pensare all’NBA ha altro da fare. Dedica ben due anni della sua vita al servizio in marina. Da qui il soprannome “The Admiral” (Ammiraglio).

I tanti successi, in campo e fuori

Il suo impatto sul mondo NBA è devastante. Trasforma i derelitti San Antonio Spurs in una squadra da play-off. Nel suo primo anno, viaggia a 24,3 punti di media a partita, conquistando il titolo di Rookie of the Year. Non dice mai no anche alla nazionale USA (sarà nel Dream Team del 1992, oro a Barcellona). Nella stagione 1993/94 migliora sensibilmente il suo bagaglio offensivo. Segna 71 punti (suo record personale) e entra in un club ristretto, diventando uno dei pochi a mettere a referto una quadrupla doppia (contro i Detroit Pistons, segna 34 punti, prende 10 rimbalzi, sforna 10 assist e rifila 10 stoppate). Nel 1997 ecco il compagno ideale: Tim Duncan. Tra i due il feeling è totale, sia in campo che fuori. Nella stagione 1998/99 (accorciata dal lockdown), vince l’anello NBA…

Vincere un campionato non ti rende una persona migliore. Non certifica chi sei…

Il filantropo dell’NBA

Amato dai tutti i compagni che ha avuto (e, in particolare, dal suo grande coach Greg Popovich), è stato un vero filantropo. Grazie al suo impegno nel sociale, ha raccolto circa nove milioni di dollari per la costruzione della Carver Academy, una scuola indipendente aperta a tutte le culture. Nel marzo del 2003, l’allora Commissioner David Stern, consegnandoli l’NBA Community Assist Award, informa che, da allora in poi, il premio per l’impegno nel sociale, si chiamerà David Robinson Plaque e porterà la seguente scritta “Seguendo lo standard stabilito dalla leggenda NBA David Robinson, che ha migliorato la comunità pezzo per pezzo”. Al termine della stagione 2002/03 arriva il secondo anello NBA (superando, nelle Finals, i New Jersey Nets) e il congedo dal “servizio cestistico”. L’Ammiraglio dice basta e lascia il parquet per sempre… Ha vinto tutto in campo ma è rimasto nei ricordi delle persone per la sua splendida anima e il suo grande impegno nel sociale. L’unico, vero, Ammiraglio…