Sta per iniziare la nuova stagione NBA (il via il prossimo 22 dicembre). Tanti i motivi da festeggiare. Tra i tanti il ritorno in campo di ben sei fuoriclasse. Tutti a caccia dell’anello NBA, al momento nelle mani dei LA Lakers di LeBron James.

Da Durant a Cousins, che ritorni…

Ci sono mancati ma, finalmente, sono pronti a tornare per divertirsi e far divertire. Partiamo da Kevin Durant. Fuori da Gara 5 delle Finals 2019, non vede l’ora di dare il suo contributo agli ambiziosi Brooklyn Nets, la sua nuova casa. All’opening night del 22 dicembre si troverà di fronte Steph Curry, suo ex compagno ai Golden State Warriors e anche lui al rientro dopo oltre nove mesi di inattività. C’è grande attesa anche a Houston per vedere in che condizioni fisiche si presenterà DeMarcus Cousins. La sua carriera è stata costellata da infortuni. E’ alla quinta maglia indossata. I Rockets sperano che sia quella giusta. E’ pronto a zittire tutti i critici anche Blake Griffin. A Detroit, di fatto, non lo vedono giocare da circa un anno. Reduce da un intervento al ginocchio, viene dato in grande polvero. Indiana, invece, vuole riabbracciare Victor Oladipo. Anche in questo caso, tanti dubbi su che versione di Victor Oladipo si presenterà ai nastri di partenza (dall’infortunio subito nella stagione 2018/19 non è stato più lui). Ancora più difficile valutare il nuovo John Wall. Non gioca una partita dal 26 dicembre 2018. A distanza di due anni, che John Wall avranno a diposizione i Rockets?

Se il mio nome sarà chiamato per cominciare, sarò pronto e farò la mia parte. Se il mio nome sarà chiamato come sesto uomo dalla panchina, farò la mia parte (DeMarcus Cousins).

L’importante è che ci siano…

Impossibile prevedere quale sarà l’impatto sulle rispettive squadre ma, il vero colpo, è poterli riavere tutti in canottiera e pantaloncini. LeBron James, per confermarsi sul trono dell’NBA, quest’anno avrà ancor più avversari da battere…