Pat Riley è una leggenda vivente nel mondo NBA. Da sei decenni è in prima fila, pronto a fare ciò che serve per vincere. Ha vinto da giocatore, da assistente, da allenatore e pure da presidente. In tutto ha collezionato nove anelli ma non è ancora prontoa dire basta…

Una carriera sublime…

Nato a New York il 20 marzo 1945, Pat Riley disputa la finale NCAA nel 1966 ma la fortuna non gli arride. Al momento di scegliere il proprio futuro, viene chiamato sia dall’NBA che dall’NFL. Per fortuna sceglie il basket. Indossa la casacca dei Dallas Mavs ma, solo dopo una stagione, è ai LA Lakers. Vince, da giocatore, il titolo del 1972 con i gialloviola. Dopo un’esperienza radiofonica/televisiva, capisce che il suo posto è in campo, ad allenare. Diventa, per vie accidentali, vice di Paul Westhead con cui vince il titolo del 1980. All’inizio della stagione 1981/82 prende il posto proprio di Paul Westhead e stupisce tutti. Vince ben quattro anelli. Sono i LA Lakers dello Showtime… Conclusa l’esperienza a Los Angeles, va ai NY Knicks ma il miracolo con gli riesce. Sceglie, nel 1995 Miami e, ancora una volta, è la decisione giusta. Arriva un nuovo titolo (2006) da head coach. La sua avventura in panchina è terminata ma ha altri progetti. Diventa presidente dei Miami Heat e, con LeBron James a guidare la squadra in campo, arrivano i titoli N.8 e N.9… Impressionante pensare che abbia raggiunto el Finals in sei decadi. Nella stagione 2019/20 ha sfiorato il decimo titolo della sua carriera… Purtroppo per lui LeBron James gli ha tolto la gioia dell’ennesimo trionfo…

L’asterisco è vicino al nome degli Heat, non dei Lakers. Il loro titolo è legittimo. La nostra sconfitta ha un asterisco per via degli infortuni, ma i Lakers sono stati la squadra migliore. Punto e basta

Nessun ritiro…

Qualche giorno fa Pat Riley è stato chiaro sul suo futuro: “Se voi ragazzi (giornalisti, ndr) smetteste di parlare della mia età, nessuno crederebbe che sono ormai arrivato ai 75 anni. Io amo tutto questo. Amo alla follia questa squadra. E rimmarrò qui fino a che Micky (proprietario dei Miami Heat, ndr) mi sopporterà“. Pat Riley punta il decimo anello…