Finalmente ci siamo. A distanza di circa 18 mesi dalla sua ultima partita ufficiale, Kevin Durant è pronto a tornare in campo. I nuovi Brooklyn Nets di coach Steve Nash lo aspettano a braccia aperte…

Il ritorno di un fenomeno…

Reduce dalla rottura del tendine d’Achille, Kevin Durant non vede l’ora di scendere in campo con la sua nuova maglia, quella dei Brooklyn Nets, per ricordare a tutti chi sia. La sua carriera parla chiaro. Stiamo parlando di una vera e propria superstar. Campione NBA in due stagioni (2016/17 e 2017/18), sempre con i Golden State Warriors, è uno dei giocatori più forti nel circus NBA. In molti si chiedono quando il 32enne Kevin Durant tornerà ai suoi livelli. Il prossimo 22 dicembre inizia, ufficialmente, la regular season NBA 2020/21. Nella gara d’esordio, il calendario prevede la sfida tra i Brooklyn Nets e i Golden State Warriors, ovvero la ex squadra di KD. Scherzi del destino. Kevind Durant si sente pronto…

Ad ogni esercizio fatto in questo periodo, mi sono impegnato al massimo. Sono nell’NBA da 14 anni. Anzi senza l’infortunio al tendine d’Achille, non sarei comunque al 100%. C’è il tempo che passa ma mi sento in forma…

A caccia dei LA Lakers di King James

I nuovi Brooklyn Nets sono decisamente ambiziosi. Normale esserlo, considerato che, nel roster, hanno, oltre a Kevin Durant, un certo Kyrie Irving. Poi, in panchina, un MVP come Steve Nash. Insomma, i Brooklyn Nets puntano a dare fastidio ai LA Lakers di un certo LeBron James, fresco di rinnovo con i gialloviola e pronto a bissare il successo dell’ultima stagione. L’NBA sogna una finale tra Brooklyn Nets e LA Lakers. Rivedere Kevin Durant contro LeBron James sarebbe uno sballo per ogni appassionato di basket NBA…