Ci sono momenti che restano per sempre. Quello che ha combinato Fred VanVleet nella partita tra i suoi Toronto Raptors e gli Orlando Magic è una di quelle notti speciali che rimangono indelebili nella memoria di tutti…

La notte dei record…

Fred VanVleet sta vivendo un momento d’oro. La guardia dei Raptors, fresca di rinnovo contrattuale con la franchigia canadese (85 milioni di dollari complessivi per quattro stagioni) ha lasciato il segno, in maniera indelebile, nella vittoria di Toronto su Orlando (123-108 il finale per i canadesi). Il Campione NBA 2019 ha segnato la bellezza di 54 punti (17/23 dal campo in 37′ di gioco complessivi), suo massimo in carriera. Ma c’è dell’altro. E’ diventato il giocatore non scelto ad un Draft NBA con più punti messi a referto nella storia dell’NBA (spodestato un certo Moses Malone, 53 punti) e, soprattutto, è diventato il massimo marcatore, in singola partita, nella storia dei Raptors (superati i 52 punti di DeMar De Rozan). Un colpo straordinario per Fred VanVleet che non ha trattenuto il suo entusiasmo nel post match ai microfoni di ESPN…

E’ stato incredibile. Sono davvero onorato di essere citato insieme a questi due incredibili campioni. E’ stata, ovviamente, una notte speciale per me ma ora devo pensare alla prossima partita

Merito ad uno che si è fatto da solo

Fred Van Vleet è il prototipo del campione che si è fatto da solo. Non scelto al Draft NBA del 2016, non si perso d’animo e ha convinto, a suon di duro lavoro, la franchigia canadese a credere in lui. Nel 2019, grazie anche ai suoi 22 punti nelle gara decisiva delle Finals contro i Golden State Warriors, vince l’anello NBA. Adesso i 54 punti per la storia. Immenso, infinito, speciale…