Lo scorso anno, l’anello NBA è stato vinto, tra lo stupore generale, dai Toronto Raptors. MVP assoluto della cavalcata trionfale della franchigia canadese è stato Kawhi Leonard, passato la scorsa estate ai LA Clippers. Tutto sembrava finito con l’addio di Kawhi Leonard ma, in realtà, non è così…

Una squadra molto unita…

Salutati Kawhi Leonard e Danny Green, coach Nick Nurse non si è perso d’animo e ha insistito sul concetto di squadra, dando ancor più personalità a gente come Pascal Siakam e Fred VanVleet, diventati quest’anno giocatori fondamentali per gli ambiziosi Raptors. Alla ripresa della stagione, Toronto ha dimostrato di essere piuttosto in forma, riuscendo anche a battere i LA Lakers di Lebron James, ovvero una delle squadre favorite per il titolo NBA. Coach Nick Nurse ha grande fiducia nei suoi ragazzi, sa che, insieme, possono fare di tutto, anche sorprendere nuovamente l’intera NBA…

Ci sono un sacco di ragazzi speciali in questo team… Magari non c’è nessuno inseribile nella categoria MVP ma inserirei Kyle, Fred, Marc, Serge e Pascal in una categoria piuttosto speciale…

Il back to back è possibile?

Ad Est, la squadra più forte risponde al nome dei Bucks. Il titolo, a Milwaukee, manca da 49 anni (unico anello conquistato nel 1971 con Kareem Abdul-Jabbar MVP assoluto) e Giannis Antetokounmpo pare pronto a tutto per vincere l’anello NBA. Ad Ovest, LA Lakers e LA Clippers sono super, senza dimenticarsi dei Mavs (Luka Doncic sta giocando in maniera stellare) e dei Rockets dell’attaccante più forte in circolazione, ovvero James Harden. Tuttavia, come lo scorso anno, i Raptors possono diventare la grande sorpresa della stagione. Toronto gioca bene, rilassata e ha un enorme senso di appartenenza che, alla fine, potrebbe fare la differenza. Insomma, occhio ai Raptors… Meglio non sottovalutarli…