La scorsa estate, la scelta che proprio nessuno si sarebbe mai aspettato: Radja Nainggolan è tornato a casa. Dopo aver chiuso il proprio contratto con l’Inter, dopo aver visto naufragare la trattativa con il Cagliari per l’ennesimo ritorno in Sardegna, il Ninja ha infatti deciso di ripartire -a 33 anni- dal giardino di casa. E così Radja, nato ad Anversa, ha accettato di rimettersi in gioco con la maglia che ancora mancava alla sua ricca collezione: quella della squadra della sua città natale…



“Juve? Ho sempre detto no…”

Anche in Belgio è il solito Nainggolan: tenace, combattivo e quando serve un po’ polemico. Tanto che nemmeno dal suo Paese sembra disposto a seppellire l’ascia di guerra con il suo nemico (sportivamente parlando) di sempre: la Juventus. Queste le sue parole rilasciate a Juvenews.eu circa il suo mancato passaggio ai bianconeri:

In passato sono stato cercato diverse volte dalla Juve, ma alla fine ho sempre preferito provare a vincere contro la squadra piu forte che giocarci e vincere facile.Pjanic ha fatto una scelta che non avrei mai pensato facesse. Andare alla Juve in quel periodo era impensabile. Alla fine sono contento per lui, a prescindere da qualsiasi scelta abbia fatto, per me sarà sempre uno di famiglia



Roma, un amore grande

Se con la Juve c’è il solito astio, il cuore di Nainggolan batte ancora per i colori giallorossi. Roma rappresenta infatti per il Ninja la parentesi più felice della sua carriera:

Alla Roma non sono tornato perché non c’è mai stata una vera occasione, ma il mio amore per questa squadra resterà sempre e continuerò a seguirla. Nei miei anni era una Roma piu forte, eravamo sempre qualificati in Champions e da quando me ne sono andato, sono sempre stati alla ricerca di una base forte che, ogni anno continua a cambiare troppo. Una piazza come Roma merita di stare in Champions ogni anno. Se fossi tornato e la squadra non avrebbe reso come negli anni precedenti, questo avrebbe potuto rovinare il rapporto tra me e i tifosi giallorossi…