Il presente è ancora Rafa Nadal ma, per il futuro, attenzione al talento di Jannik Sinner. Il maiorchino avanza al Roland Garros, il “suo torneo” alle spese dell’azzurro che esce a testa alta e con i complimenti del re della terra rossa… “Sinner è un talento”, il commento del veterano Rafa Nadal, uno che di classe se ne intende, visto i tantissimi trofei vinti in carriera. Per il 19enne azzurro (da lunedì nella Top50 ATP), essere riuscito a mettere in difficoltà, almeno per due set, uno come Rafa Nadal equivale ad una grande vittoria. In futuro avrà altre occasioni per misurarsi con il re della terra rossa…

Altri record per Nadal

Contro il 19enne azzurro Jannik Sinner, Rafa Nadal ha giocato la partita numero 100 a Parigi. Ha conquistato la 13° semifinale al French Open e, punto più importante, è sempre più vicino a conquistare il suo 13° titolo al Roland Garros (il primo nel lontano 2005). Il maiorchino, nonostante la felicità per aver battuto l’azzurro, si è lamentato con l’organizzazione per aver programmato la partita con Jannik Sinner ad un orario improbabile (la gara si è conclusa dopo l’1 di notte)…

Credo che sia pericoloso per il nostro corpo giocare in queste condizioni. Non so davvero perché abbiano deciso di mettere cinque partite sul Centrale. Il rischio c’era. Quando ieri mi hanno mandato l’ordine di gioco ho pensato che potesse accadere proprio questo e così è stato.

Chi lo può fermare?

La domanda è lecita: chi può fermare Rafa Nadal? Al momento, l’unico che sembra poter provare a strappare il trofeo del Roland Garros al maiorchino risponde al nome di Nole Djokovic. Gli appassionati di tennis si fregano le mani. Sarebbe l’ennesima finale per uno Slam da godersi tutto d’un fiato… Due fuoriclasse che si conoscono bene e sanno perfettamente cosa bisogna fare per vincere…