Difficile andare d’accordo per due tipi turbolenti come Mido e Roy Keane: quella volta che l’egiziano e l’irlandese si ritrovarono seduti a un tavolo davanti a una pizza compresero subito che la loro convivenza non sarebbe stata possibile…

Eterna promessa

Ai tempi dell’Ajax, Mido era considerato un potenziale craque, ma dopo la fallimentare avventura tra le file della Roma, l’attaccante egiziano sparisce presto dai radar del grande calcio… Archiviata l’esperienza al Tottenham, l’ex giallorosso si accinge a firmare per il Sunderland di Roy Keane, ma qualcosa alla fine va storto…

Pranzo indigesto

Quando Keane in persona lo accoglie in aeroporto, Mido non immagina che il tecnico del Sunderland, anziché mostragli il centro sportivo, lo inviti a pranzo in pizzeria, ma quel primo incontro tra i due sarà anche l’ultimo:

Quindi sono andato all’aeroporto. Mi è venuto a prendere con il suo Range Rover, siamo andati a Sunderland e mi ha portato a pranzo da Pizza Express. Ero davvero sorpreso che non parlasse molto. In genere, quando porti un giocatore a pranzo, provi a parlargli e a convincerlo a firmare per la tua squadra ma lui era molto silenzioso. In quel momento ho capito che non avremmo potuto lavorare insieme, avremmo finito per litigare. Parlava con me e guardava il soffitto. Ho capito subito che non avrebbe funzionato.