Il suo Belgio contro la sua Italia. Non c’è dubbio che per Dries Mertens, il quarto di finale degli Europei sarà una partita decisamente speciale: proprio lui, belga che si è innamorato dell’Italia e in particolare di Napoli, tanto da guadagnarsi il rispetto dei tifosi partenopei che lo hanno ribattezzato Ciro, come fosse davvero uno di loro.



Il derby del cuore

Per Mertens, come detto, quella contro l’Italia sarà una sorta di derby del cuore. Queste le parole dell’attaccante del Napoli ai microfoni della conferenza stampa:

Per me sarà una partita speciale, gioco in Serie A da tanti anni e conosco tutti i ragazzi in maglia azzurra. Questa generazione di calciatori italiani sa giocare a calcio, lo ha dimostrato anche in questo Europeo. Mi piace la vita in Italia, specie in una città di mare come Napoli



“Ora l’Italia è la favorita!”

Gli anni a Napoli gli hanno insegnato a saper fronteggiare ogni situazione, anche la più scomoda. E la tipica arte dell’arrangiarsi, in cui Totò era maestro indiscusso, lo porta a ribaltare il pronostico della viglia, scaricando così tutta la pressione sugli Azzurri di Mancini:

Italia favorita? Ci sta, la penso anch’io così! L’Italia ha preso fiducia in se stessa perché ha vinto tante partite di fila e perché subisce pochi gol. Una squadra che miscela bene gioventù ed esperienza. Tanti non pensavano che l’Italia avrebbe giocato così all’attacco, ma è successo. È bello vederli giocare.