Sono sempre tesi i rapporti tra Kylian Mbappé e il Paris Saint Germain: la questione del mancato rinnovo del talento francese (da mesi nel mirino del Real Madrid) sta condizionando sia le prestazioni in campo del calciatore che le relazioni con la dirigenza parigina. Tanto che, alla prima occasione buona, Mbappé attacca il suo club, reo di non avergli concesso l’autorizzazione a partecipare ai giochi olimpici di Tokyo…



“Volevo andare a Tokyo, ma…”

Mbappé sceglie le colonne del quotidiano sportivo L’Equipe per togliersi qualche sassolino dalla scarpa. La stella della Nazionale di Deschamps ha infatti ammesso di aver avuto problemi col Psg per la partecipazione ai giochi olimpici che si sono svolti in Giappone l’estate scorsa:

Volevo andare a Tokyo 2020, ma mi hanno tagliato l’erba sotto i piedi. Mi auguro di riuscire a partecipare ai giochi di Parigi 2024, anche perché tanta era la voglia di esserci già in Giappone. Abbiamo visto cosa sono riuscite a fare le rappresentative francesi: oro nella pallavolo e nella pallamano, finale nel basket contro gli Usa. I nostri ragazzi sono partiti per vincere e hanno onorato la Francia. Io spero di vivere tutto questo e fare la stessa cosa nel 2024, con una squadra che riunisca i migliori giocatori del momento



Via a parametro zero?

Il rischio, per il PSG, è quello di perdere il calciatore a parametro zero la prossima estate: dopo aver soffiato diversi calciatori senza pagare alcun indennizzo alle big europee, ora ai parigini potrebbe presto toccare la stessa identica sorte. Leonardo, del resto,  è pronto a giurare che Mbappé ha rifiutato 7 volte il rinnovo di contratto offertogli dal club. Una ricostruzione totalmente smentita dal calciatore, che però prende tempo sulla questione rinnovo. E chissà che dietro alla volontà di non firmare ci sia anche lo sgarbo subito a Tokyo...

Copy: RealmOfVictory