Ancora guai al volante per Mario Balotelli. L’attaccante del Brescia non potrà guidare in Svizzera per tre mesi (dal 31 dicembre 2019 al 30 marzo 2020 compresi) a causa di un’infrazione commessa nel Canton Ticino.

Tre mesi di divieto

Il centravanti delle Rondinelle non potrà quindi guidare per i prossimi 90 giorni sul territorio elvetico. A ciò va aggiunta anche una multa di 100 franchi (l’equivalenti all’incirca di 90 €) commissionatagli dalla sezione della circolazione di Camorino.

Uno score niente male, al momento migliore di ciò che ha fatto vedere da quando è tornato a giocare in Serie A con la maglia delle rondinelle.

Manca l’indirizzo

La notizia è trapelata direttamente dall’ufficio giuridico, che ha deciso di pubblicare la decisione sul Foglio Ufficiale del 12 novembre dal momento che dai documenti risulta attualmente impossibile individuare il nuovo indirizzo di Mario Balotelli. Sulle carte ufficiali infatti Supermario risulta ancora residente in Francia, dove ha giocato fino allo scorso giugno, prima di rientrare in serie A.

I precedenti

Non è la prima volta che Balotelli incappa in qualche guaio legato alla guida. Nel 2011, appena arrivato al Manchester City, la sua Audi nuova di pacca fu coinvolta in un brutto incidente con un altro veicolo nel centro della città inglese. Lo stesso accadde, un anno dopo, alla sua Bentley bianca. Nel 2017, invece, era stato pizzicato a 200 km/h sull’autostrada A4 in Italia, ma se l’è cavata con una semplice multa.

L’Audi di Balotelli