Non sempre tra grandi campioni s’instaura quel feeling che permette di coesistere in campo, ma Diego Armando Maradona e Lothar Matthäus si piacevano: ecco perché El Piebe de Oro voleva comprare il panzer tedesco…

Ambasciator non porta pena, ma…

Si erano ritrovati faccia a faccia sul campo nella finale dei Mondiali in Messico e a Diego Armando Maradona quel panzer tedesco col numero 8 sulle spalle, al secolo Lothar Matthäus, piacque così tanto che volle provare a portarlo ad ogni costo a Napoli:

Ci siamo conosciuti solo nella finale del Mondiale del 1986, ma poi Diego ha mandato una delegazione del Napoli a Monaco. Un ristorante italiano a Solln, che in realtà sarebbe chiuso il sabato, ma che ha aperto le porte soprattutto per quell’incontro segreto. Quando sono arrivato da Colonia alle 9 di sera dopo una partita fuori casa, quattro italiani e una valigetta stavano aspettando me e il mio agente.

… Soldi, tanti soldi!

Per convivere Matthäus a trasferirsi a Napoli, Maradona convinse Ferlaino a mettere sul tavolo una cifra monstre, convinto che Lothar valesse ogni centesimo di quei soldi:

I dirigenti del Napoli mi hanno mandato i saluti di Diego. Ha chiesto loro di comprarmi. Per chiarire le intenzioni, hanno aperto la valigia. Il contenuto? Un milione di marchi. Tre volte quello che guadagnavo al Bayern. C’era anche un contratto che diceva che, se avessi firmato, in Italia sarei potuto andare solo al Napoli. Se mi fossi trasferito in un altro campionato o se fossi rimasto al Bayern, mi era concesso di tenere il milione. Ma una valigetta di soldi non era il mio stile. Il gesto di Diego, invece, ha significato molto di più per me.