Dici Maradona e pensi Napoli: troppo forte il legame tra il Pibe de Oro e la città partenopea, che lo ha adottato nel 1984 e ne ha fatto uno dei suoi figli più amati in tutto il mondo. Eppure la storia sarebbe potuta anche andare in un altro modo, visto che sulle tracce del Diez c’era da tempo la Fiorentina



Diego quasi viola!

A svelare il retroscena ci ha pensato l’ex presidente della Fiorentina Ranieri Pontello durante un collegamento per Lady Radio in cui ha rivissuto i suoi anni alla guida della viola:

La mia famiglia acquistò la Fiorentina quando mio padre decise di far qualcosa per la città di Firenze: fu un’incredibile pazzia. Quando me lo chiese, nonostante i miei impegni lavorativi che mi trattenevano spesso in Australia, accettai di far parte del progetto perché a lui non si poteva dire di no. Ho tanti ricordi di quegli anni a Firenze. Se ho avuto rimpianti per il mancato arrivo di un giocatore? Senza dubbio uno di questi è Maradona: lo seguivamo da tempo, tanto che andai personalmente a vederlo giocare quando era ancora in Argentina.

Era la primavera del 1982 quando i viola fiutarono il colpaccio: mesi di trattative e visite lampo in Argentina alla fine portarono la dirigenza gigliata a scegliere un altro campione come Daniel Passarella, che si sarebbe rivelato fondamentale per la squadra allenata da De Sisti, arrivata terza nella stagione 1983/84.

Resta però la fantasia di chiedersi come sarebbe cambiata la storia del calcio se solo Diego Armando Maradona avesse vestito la maglia della Fiorentina…