Mai dire a Josè Mourinho che Harry Kane, sotto la sua gestione, non ha poi segnato così tanto. In Inghilterra in molti hanno aperto la discussione sulle polveri bagnate del centravanti della nazionale inglese da quando Mou siede sulla panchina del Tottenham: difficile, secondo i tabloid, che Kane possa ripetere le sue stagioni da 25/30reti. Come l’avrà presa lo Special One?

Mou la prende…con ironia!

Male, ovviamente. Eppure il tecnico portoghese riesce comunque a snocciolare la sua proverbiale ironia in conferenza stampa con i giornalisti:

Ho avuto alcuni attaccanti che hanno giocato per me e non sono poi così male. Uno gioca per la Juve, si chiama Ronaldo, ha giocato per me per tre stagioni e ha segnato 168 gol, una media di 56 gol per stagione. Ve lo ricordate?

CR7, ma non solo…

Non si limita però a Cristiano Ronaldo l’elenco di Mou che, nel giro di pochi secondi, snocciola statistiche dei migliori attaccanti che ha avuto a disposizione:

Ne ho avuto un altro chiamato Milito. Ha giocato una stagione per me. Ha segnato 30 gol, ha vinto tre titoli. Ho avuto un altro ragazzo che non è poi così male, chiamato Karim Benzema. Ha giocato per me per tre stagioni. Non ha sempre giocato titolare, ma ha segnato 78 gol in tre stagioni. Che è una media di 26 gol per stagione. Ho avuto un altro ragazzo una stagione e mezza. Ragazzo alto, Zlatan. In una stagione e mezza ha segnato 58 gol, 29 di media a stagione

Chiaro il messaggio? Mai dire a Mou che Harry Kane, sotto la sua gestione, ha segnato poco o niente

Copy: YousefMohamad