Pau Gasol è già nella storia del basket mondiale. La sua carriera è stata straordinaria. Ha vinto tutto in Spagna, il suo Paese, e pure nell’NBA (due anelli con i LA Lakers) e, con la nazionale spagnola, si è divertito a vincere un’infinità di medaglie. Eppure, nonostante i 40 anni suonati, il centro spagnolo ha ancora un sogno…

Una carriera impressionante…

Pau Gasol, a giusta ragione, è considerato uno degli europei più forti che si siano mai visti su un campo di basket (pure il fratello Marc Gasol non scherza). Nativo di Barcellona, ruolo lungo, Pau Gasol si è distinto sin da giovanissimo. Dopo aver mostrato tutto il suo potenziale al Barcellona, nel 2001 viene scelto, con la N.3, al Draft NBA. Va ai Memphis Grizzlies. Ci resta per sette stagioni, prima di volare a Los Angeles da Kobe Bryant. I due si trovano alla grandissima in campo (si parlano in un mix italiano/spagnolo che pochi comprendono). Vince, con il Black Mamba, ben due anelli (2009 e 2010). Nel 2014, per divergenze con i vertici gialloviola, si trasferisce ai Chicago Bulls. Due stagioni niente male, poi va a San Antonio dove iniziano i problemi fisici. Ci resta per tre anni ma non è il vero Pau Gasol. Altri problemi fisici a Milwaukee. Ci prova anche a Portland ma fisicamente non è in grado di scendere in campo. Decide di fermarsi per recuperare dal problema al piede che lo tormenta (non una gara ufficiale da marzo 2018). I mesi passano ma la parola ritiro non rientra ancora nei piani di Pau Gasol che, infatti, ha recentemente dichiarato…

Nel prossimo mese, mese e mezzo capirò se potrò ancora competere. Io e Marc (suo fratello, ndr) al Barcellona? Sono sorpreso dall’impatto e da come sia circolata questa voce. Sono fake news…

Ma quale è l’obiettivo di Pau?

Perché Pau Gasol si ostina a non volersi ritirare ufficialmente? La risposta ci porta ella prossime Olimpiadi, in programma a Tokyo nel 2021. Il due volte Campione del Mondo NBA vuole tentare un miracolo. Sogna di giocarsi l’ultima Olimpiade con la sua amata nazionale spagnola. Ci riuscirà? Se riuscirà a riprendersi fisicamente, uno come lui può fare tutto…