Le serate al cinema di Simeone più che uno svago si rivelano un cruccio: ecco perché…

Pensiero fisso

Per Diego Simeone il calcio è un pensiero fisso, un tarlo che lo accompagna ventiquattrore al giorno, anche al cinema, persino quando dorme:

Io lo dico sempre, il corpo parla. Si può giocare bene o male, ma se uno è contento e gli va di lavorare, si vede dal suo atteggiamento. Come quando a uno dici di andare a sinistra e lui invece va a destra. Io ai miei giocatori dico questo: se andate al Bayern Monaco, non avete altra opzione che vincere. La stessa cosa al Manchester City, al Barcellona e al Real Madrid. E perchè all’Atletico non deve essere così? Se non siete pronti a competere a questi livelli, lasciate il posto ad altri. Nè gli allenatori nè i giocatori sono mai indispensabili. Quello che è indispensabile è il club. Ed è una cosa che devono capire.