La vita sa essere strana, il calcio forse ancora di più. Chiedere per informazioni a Gianluca Lapadula, uno che è passato nel giro di pochi mesi c, con cui sfiderà il Brasile in semifinale…



Idolo in Perù

Con 3 gol in 5 partite, tra cui la doppietta nella gara poi vinta ai rigori contro ill Paraguay, Lapadula è diventato un vero e proprio idolo in Perù: l’attaccante del Benevento ha segnato una sola rete in meno di un certo Leo Messi, attuale capocannoniere del torneo, trascinando la nazionale Bicolor ad un’insperata semifinale. Sì, perchè dalle parti di Lima regnava una grossa preoccupazione alla vigilia del torneo, dovuta alla squalifica di  Paolo Guerrero, miglior bomber di sempre con la Blanquirroja. Poi è arrivato bomber Lapadula, a cui lo stesso Guerrero ha ceduto la ‘sua’ maglia numero 9 come in una sorta di passaggio di consegne.

“Il Perù è una famiglia”

Un gesto spontaneo che, col senno di poi, si è rivelato decisamente benaugurante, tanto per Lapadula quanto per il Perù, che oggi si gode il suo bomber oriundo. Queste le parole di Lapadula al termine della vittoria contro il Paraguay:

Sono molto contento per tutto questo bel gruppo della Nazionale. Penso che sia stata una grande partita e siamo riusciti a vincerla ai rigori. Mi sento molto bene in nazionale. In campo tutti ci aiutiamo. È una famiglia. Gareca ci ha detto di giocare come sappiamo e le cose sono andate molto bene. Sono riuscito a segnare due gol e li dedico alle mie figlie

Ora tutti lo vogliono!

Le grandi prestazioni di Lapagol co la maglia del Perù non sono certo passate inosservate in termini di calciomercato: la retrocessione del Benevento ha, di fatto, deprezzato il cartellino del bomber italo-peruviano, che grazie anche all’ingaggio decisamente abbordabile (1.7 milioni di euro) è finito sulla lista della spesa di diversi club europei. Su tutti il Leicester, quinta forza della scorsa Premier League, disposto a mettere sul piatto 5 milioni di euro per il calciatore ex Milan e Pescara. Ma non solo: sulle tracce del vice-capocannoniere della Copa America ci sono anche il Monaco (qualificatosi per la prossima Champions League) e, in Italia, il Verona pronto ad aprire un nuovo ciclo con Eusebio Di Francesco. Prima però ci sarà da sfidare il Brasile e regalare nuove emozioni al popolo peruviano. Il suo popolo.