Si può chiudere l’anno senza compilare la nostra Top 11? No, non si può. E mica una Top 11 a caso, ma quella dei più bravi al mondo nel tribolatissimo anno solare 2020. Qui spoiler: c’è tanta “Inghilterra” e tantissima “Germania” ma, soprattutto per i “tedeschi” non poteva andare diversamente.
Nota a margine: questa è ovviamente una top 11 soggettiva che di più non si può e, quindi, vale quello che vale, ovvero quasi nulla. Il senso è: su qualcuno non c’è discussione, su molti altri ognuno avrà il suo legittimo prediletto.

Porta e difesa

Sotto con gli 11, schierati con un mirabolante 4-3-3.
Portiere: ALISSON (Liverpool, Brasile)
Eccolo qui il brasiliano, vince perché ha dominato la Premier, vince perché rappresenta alla perfezione il prototipo del portiere “moderno”. Nessuno come lui.
Difensore dx: TRENT ALEXANDER-ARNOLD (Liverpool, Inghilterra)
Altro conquistatore del titolo con la squadra di Klopp, espressione massima del terzino bravo in fase difensiva e devastante pure in quella offensiva. Punto fermo della Top 11.
Difensore centrale: SERGIO RAMOS (Real Madrid, Spagna)
Forse è “vecchio”, forse gioca “all’antica”, tutto quello che volete, ma se c’è da andare in “guerra”, uno così è sempre meglio averlo al proprio fianco. Anche perché altrimenti… vi fa gol.
Difensore centrale: VIRGIL VAN DIJK (Liverpool, Olanda)
Altro giocatore del super Liverpool, certezza non da quest’anno. Con uno così – e De Vrij al suo fianco – l’Olanda è assai fortunata.
Difensore sx: ALPHONSO DAVIES (Bayern Monaco, Canada)
Il canadese che non t’aspetti è stato un punto fermo del Bayern “campione di tutto”. La costanza è la sua forza… oltre a molto altro.

La mediana

Centrocampista 1: KEVIN DE BRUYNE (Manchester City, Belgio)
Ha disputato la sua miglior stagione? Probabilmente no. Merita di stare nella formazione dei più forti? Decisamente sì. Di centrocampisti come lui ne nascono pochi e pochissimi “vedono” il calcio come lo vede lui. Imprescindibile per Guardiola, imprescindibile pure per noi.
Centrocampista 2: THIAGO ALCANTARA (Bayern Monaco/Liverpool, Spagna)
Il Bayern quest’anno ha portato a casa Champions, Scudetto, Coppetta. E lui non è mai mancato. L’unico vero insostituibile dei bavaresi si prende di diritto una maglia da titolare.
Centrocampista 3: JOSHUA KIMMICH (Bayern Monaco, Germania)
Di fianco a Thiago, ecco il sodale Kimmich, tedesco che detta i tempi, li “rompe” agli avversari, martella all’occorrenza. Altro pedone fondamentale del super-team tedesco.

Il tridente

Attaccante dx: LIONEL MESSI (Barcellona, Argentina)
Ok, sì, è vero, quest’anno ha giocato al 50%, soprattutto nella seconda parte. Ma, guardiamoci negli occhi, voi davvero fareste a meno di uno così? Mai. Messi al 50% vale chiunque altro al 100%. Il nostro personalissimo capitano.
Attaccante centrale: ROBERT LEWANDOWSKI (Bayern Monaco, Polonia)
C’è bisogno di aggiungere qualcosa? Ha segnato ovunque, a chiunque, ha servito assist, ha spazzato via le difese di tutta Europa. Avrebbe vinto il Pallone d’Oro in carrozza, se lo avessero assegnato.
Attaccante sx: CRISTIANO RONALDO (Juventus, Portogallo)
Il nono scudetto di fila della Juventus porta la sua firma. E se state pensando “ha vinto solo quello” siete un filo ingenerosi. Non vincerà mai il Pallone d’Oro della molestia, ma nel tridente 2020 un posto se lo merita tutto.