Reja vuol dire promozione, da sempre. E anche adesso che è diventato cittì, la regola non fa certo eccezione. Il tecnico goriziano, infatti, è stato il grande artefice della promozione dell’Albania nella Lega B di Nations League…

Il volo delle Aquile

Prosegue dunque la grande tradizione dei tecnici italiani sulla panchina albanese: dopo Gianni De Biasi, capace di portare per la prima volta l’Albania alla fase finale di una manifestazione internazionale (Euro 2016), dopo la breve parentesi Panucci è stato quindi Reja a far gioire nuovamente i tifosi della piccola nazionale balcanica. E così, grazie alla doppia vittoria ottenuta su Kazakistan e Bielorussia, con 11 punti complessivi in 6 giornate l’Albania ha vinto il proprio girone della Lega C di Nations League, ottenendo quindi la promozione in Lega B per la prossima edizione della manifestazione.



Mister promozione

Si tratta della sesta promozione ottenuta in carriera da Edy Reja: la sua epopea dei Caronte tra le due serie cominciò nel 1997 con il Brescia, proseguì nel 2000 a Vicenza e poi si riconfermò a Cagliari nel 2004 e infine a Napoli, dove nel 2006 traghettò gli Azzurri dall’Inferno della serie C al purgatorio della B, per poi -l’anno successivo- riuscire a riveder le stelle di una serie A che, ad un certo punto, sembrava quasi perduta per sempre. Brescia, Vicenza, Cagliari, Napoli e ora anche Tirana: Reja si conferma così ‘mister promozione’, un titolo che forse non varrà quanto uno Scudetto ma destinato a lasciare comunque un ricordo indelebile nel cuore dei tifosi.