C’è un Ciro Immobile di troppo nell’eterna disputa tra Leo Messi e Cristiano Ronaldo: l’attaccante della Lazio è infatti l’unico, se si eccettua Suarez, ad aver interrotto lo stra-dominio dei due Fenomeni nella corsa alla Scarpa d’Oro degli ultimi anni, e rivendica con orgoglio la propria vittoria…



“Solo io tra Messi e CR7”

36 gol. Tanti ne sono serviti a Immobile per lasciarsi alle spalle un bomber di razza come Robert Lewandowski e aggiudicarsi così il trofeo riservato al miglior bomber d’Europa. Un premio che, negli ultimi anni, ha fatto la spola tra la bacheca di Messi e di CR7 e che assume ancora più rilevanza nell’arco di una stagione particolare, durante la quale non è stato assegnato il Pallone d’Oro. Immobile racconta così le sue emozioni al settimanale France Football:

Guarda la lista dei vincitori. Leo Messi e Cristiano Ronaldo si alternano, e l’unico che si è messo in mezzo è stato Luis Suarez nel 2016, un altro campione. Vedere il mio nome al loro fianco è semplicemente fantastico! Senza il Pallone d’Oro quest’anno, la Scarpa d’Oro ha un valore aggiunto. Sebbene siano due riconoscimenti diversi, una dipende dai voti e dai trofei collettivi, l’altra esclusivamente dalle statistiche. Ho anche battuto Lewandowski, che quest’anno era un potenziale Pallone d’Oro



“Mi ispiravo a Trezeguet”

Tanti i modelli che hanno ispirato le gesta (e soprattutto i gol) del giovane Ciro, oggi bomber affermato della Lazio, ieri astro nascente del settore giovanile bianconero. E proprio a Torino, Immobile ha fatto in tempo a studiare l’innato senso del gol di un grande ex juventino:

Tra i miei modelli mi piace pensare a David Trezeguet, con cui ho lavorato alla Juventus. Mi ha lasciato un’impressione incredibile in area di rigore. Non ho mai visto nessuno come lui. Aveva la coordinazione e la tecnica per segnare su qualsiasi tipo di cross e con qualsiasi parte del suo corpo. C’erano anche Christian Vieri con gli azzurri, Filippo Inzaghi in Champions League, Luca Toni e Alberto Gilardino ai Mondiali 2006. Ho iniziato a capire il calcio con questi ragazzi