Non è certo un bel momento per il Genoa di Rolando Maran che, dopo la vittoria all’esordio contro il Crotone, manca l’appuntamento con i tre punti da ben cinque partite. Eppure i rossoblù possono consolarsi sul fronte mercato, avendo vestito di rossoblù una dei calciatori più interessanti sul panorama nazionale: stiamo parlando di Gianluca Scamacca, la nota più lieta di questo inizio di stagione del Grifone.



“Sarà il nuovo Kulusevski”

Arrivato a Genova in estate in prestito dal Sassuolo, Scamacca ha davvero sorpreso tutti trovando 4 reti nelle sue prime 4 presenze con il Grifo tra serie A (nel derby e contro il Torino) e coppa Italia (doppietta al Catanzaro). Il tutto per la soddisfazione di Daniele Faggiano, nuovo ds rossoblù, che ha scommesso in estate proprio sul talento ex Ascoli:

Ho sempre seguito Gianluca all’Ascoli, al Sassuolo e al Psv e spero possa seguire le orme di Kulusevski, che ho visto esplodere a Parma lo scorso anno. E’ arrivato in A al momento giusto, le cose affrettate non vanno bene. E’ umile e lavora, spero possa fare bene: l’importante e’ non caricarlo troppo



‘Il Piccolo Ibra’

Classe 1999, Scamacca fece parlare parecchio di sé quando, appena 14enne, scelse di lasciare il vivaio della Roma per trasferirsi all’estero, tra le file del PSV Eindhoven, prima di fare ritorno in Italia nel 2017 quando fu il Sassuolo ad ingaggiarlo: da allora, tre anni di prestiti tra Cremonese, il ritorno in Olanda con il PEC Zwolle e la consacrazione lo scorso anno in serie B, quando mise a segno 9 reti con la maglia dell’Ascoli. Infine l’approdo a Genova, dove il ‘piccolo Ibra‘ come lo chiamano i suoi tifosi, ha finalmente trovato i primi gol in serie A. E, dopo le prime convocazioni in Under 21, ora punta alla Nazionale maggiore: ci vorranno però tanti gol e tanto lavoro, ma se il buongiorno si vede dal mattino, allora Scamacca sembrerebbe proprio sulla strada giusta per coronare i suoi sogni.